Cinque Miti sull’Agricoltura da Sfatare

Uomini e donne, da anni in lotta con il peso forma, attenti! Quello che avete sempre pensato sulla corretta alimentazione è sbagliato. Basta con sta mania per i cibi senza grassi e i prodotti biologici. Altro che segreti dello star bene, qui siamo davanti a una collezione di bufale (ma la mozzarella in questo caso non c’entra niente). Ecco i cinque falsi miti della dieta:

Scegliere sempre cibi con pochi grassi
Nei prodotti a basso contenuto di grassi questi spesso vengono sostituiti da zuccheri o sostanze chimiche. Danno sapore ma sono più dannosi per l’organismo. Controllate bene l’etichetta nutrizionale.

I grassi fanno male
Ridurre i grassi fa perdere peso, è vero. Ma non tutti fanno male. Quelli insaturi, polinsaturi e monoinsaturi, per esempio, riducono le infiammazioni e diminuiscono il rischio di contrarre alcune forme di tumori.

Bere troppa acqua gonfia
È vero il contrario. Il nostro corpo si gonfia solo quando è disidrato perché è obbligato a trattenere la poca acqua ingerita. Più acqua si beve e più la si elimina. Il quantitativo corretto è di otto bicchieri al giorno.

Frutta e verdura: meglio fresche che surgelate
Nel momento in cui un prodotto viene surgelato, il suo processo di deterioramento s’interrompe. Non è vero che perde le proprietà nutritive. Anzi, molto spesso è un alimento molto più sano di quello fresco che arriva nei supermercati, di media, quattordici giorni dopo essere stato raccolto dalla terra.

L’importante è consumare prodotti naturali
Spesso si confonde il prodotto naturale con quello bio, ma sono due cose completamente diverse. La verità è che l’United States Department of Agriculture (USDA) non ha ancora definito la parola “naturale”. I prodotti etichettati come “tutto naturale” possone essere altamente trasformati e contenere ingredienti sintetici, come lo sciroppo di mais ad alto fruttosio, uno zucchero manufatto.