Come si Gioca a Quattro di Denari

Quattro di denari è un gioco molto divertente e semplice da organizzare, al quale possono giocare sia i grandi che i più piccoli.. è il gioco ideale se vuoi giocare scommettendo qualche monetina, senza arrivare a cifre esorbitanti, tutto ciò che occore per vincere è un po’ di fortuna.

Per fare questo gioco serve innanzitutto un mazzo di carte. L’ideale sarebbero le carte italiane, che siano napoletane, piacentine, e così via (quelle che hanno i semi di spade, coppe, denari, e bastoni).
I giocatori si devono disporre intorno al tavolo, ed ognuno dovrà avere davanti a sè tre puntate, ossia le sue tre “vite”.
I giocatori, in base al numero ed a quanto vogliono spendere, possono scegliere la quota da mettere.

Prima di iniziare, ogni giocatore paga la sua quota, per raccoglierle tutte nel banco al centro del tavolo. Si sceglierà un mazziere, che potrà o solamente distribuire le carte, oppure distribuire e giocare contemporaneamente.
Allora, partendo dalla sua destra, comincia a distribuire le carte in senso antiorario.

Continuerà a distribuire le carte, ad uno ad uno, fino a quando non capiterà a qualcuno il 4 di denari, allora mischierà le carte e passerà il mazzo al giocatore che ha ricevuto il 4, per cominciare una nuova mano di gioco.
La vincita dei giocatori dipende dalla carta che gli capita
Chi riceve un 10 (di qualunque seme) deve prendersi una “vita” dal banco
Chi riceve un Asso dovrà invece pagarne una
infine, chi riceve il 4 di denari, prenderà tutto quello che c’è in tavola.

Lo scopo del gioco è rimanere da solo a tavola.
Infatti, quando un giocatore ha esaurito le sue tre vite, più quelle che eventualmente aveva guadagnato, dovrà ritirarsi dal gioco, e così via, fino a quando non vengono eliminati tutti tranne uno.

Se però si è in molti, o non si vuole escludere la gente dal gioco si può scegliere una variante, come per esempio quella di non imporre 3 quote, ma lasciare libero un giocatore di partecipare a quante mani vuole.

Read More

Come Gestire una Contestazione Paypal

Purtroppo, quando non si riceve un prodotto su eBay o si hanno altri problemi, a causa della discutibile eleganza con cui veniamo trattati dai venditori, siamo costretti a intraprendere una contestazione nei loro confronti. Questo avviene sia per la non ricezione ma anche per tanti altri problemi: dalla ricezione di un prodotto diverso, a uno non conforme alla descrizione, a uno magari danneggiato e chi più ne ha più ne metta. Oggi vedremo come comportarci in questi antipatici casi.

La prima cosa che ci dobbiamo impegnare a fare, prima di aprire una contestazione, è quella di comunicare con il venditore e di cercare di trovare un accordo con esso. Ricordiamoci che la contestazione non risolve canonicamente i nostri problemi; essa purtroppo spesso, infatti, decreta la conferma della perdita di un corrispettivo di denaro e di avere un prodotto danneggiato o errato.

Se durante il dialogo con il venditore non si raggiunge un accordo allora non ci resta che aprire una contestazione per il problema. Ricordiamoci di catalogare e riportare su un unico file tutto ciò che il venditore ci dice. In maniera che il commissario che controllerà chi ha effettivamente ragione nella contestazione, avrà la situazione sott’occhio.

Ovviamente riportate nella causale della contestazione tutto ciò che vi potrebbe essere utile evitando espressioni che potrebbero ritorcervi contro. Inoltre riportate espressioni magari poco professionali o addirittura volgari da parte del venditore: commentandole come “risposte ad un mio tentativo di riappacificare e raggiungere un compromesso per entrambe le parti”.

Come riportato nel passo precedente, utilizzate espressioni che possano sembrare espressioni che utilizzate durante una denuncia, per esempio. Quindi utilizzate un linguaggio distinto, contraddistinto da riferimenti “Voi”, quando si parla direttamente della società PayPal e “la parte citata” quando si parla del venditore. Evitate come la peste espressioni del tipo “lui mi ha detto che sono io scorretto”.

Questa è un espressione eccessivamente gergale che può essere sostituita da una frase del genere “La parte che me medesimo ha citato in questa contestazione, mi ha impunemente e senza alcuna giustificazione appellato come “scorretto”, seppure tale considerazione è palesemente fuori luogo”. Queste cose che possono sembrare semplici sfaccettature daranno alla nostra causa un aspetto professionale intrapresa da una persona che si sa districare in tali situazioni.

Oltre a questi termini, ricordate di non dimenticarvi di riportare, con citazioni e riferimenti cronologici i dialoghi avvenuti tra voi, che potrebbero rivelarsi utili in ogni situazione. Questo che vi ho riportato in questa guida è solo il parere di un esperto nel settore e può non essere condiviso da venditori; infatti lo si intenda come un consiglio.

Read More

Come Preparare un Plum Cake

Quando al pomeriggio vi viene voglia di fare merenda con qualcosa di dolce il plum cake è l’ideale per mantenersi leggeri e soddisfare il vostro desiderio. Buono da mangiare anche per la prima colazione al mattino, riesce infatti a darvi la carica e le energie sufficienti per non arrivare affamati all’ora di pranzo. Ma vediamo insieme come si prepara.

Occorrente
125 gr di burro
Mezza bustina di lievito in polvere per dolci
4 uova piccole
225 gr di farina
100 gr di zucchero
50 gr di uvetta secca
3 cucchiai di latte
1 limone non trattato
30 gr di mandorle affettate
Sale

Taglia a dadini il burro e mettilo in una ciotola. Lascialo ammorbidire per circa una mezz’oretta e poi lavoralo con uno sbattitore elettrico fino a quando non diventa una crema soffice. Versa lo zucchero poco alla volta continuando a mescolare e poi unisci il latte. Rompi le uova e separa i tuorli dagli albumi.

Unisci i tuorli alla crema di burro e mescola con una frusta ancora per qualche minuto. Versa gli albumi in un contenitore con le pareti piuttosto alte. Nel frattempo inizia a far scaldare il forno a 170°. Aggiungi il lievito e la farina nell’impasto, poco alla volta continuando a mescolare con una frusta a velocità media. Unisci la scorza di limone lavata e grattugiata, l’uvetta e le mandorle.

Monta gli albumi a neve, uniscili poi all’impasto, mescolando molto lentamente con un cucchiaio, senza usare quindi la frusta. Amalgama bene tutti gli ingredienti. Versa l’impasto in uno stampo adatto da plum cake imburrato e infarinato. Infine, inforna e cuoci per 50 minuti. Non appena cotto è pronto per essere servito.

Read More

Come Gestire più Documenti in una Finestra Word

Per chi usa Word e crea tanti tipi di documenti contemporaneamente, che magari sono comunque collegati in qualche modo l’uno con l’altro, può essere utile gestirli in un unica finestra per velocizzare i tempi di lavoro. In Word, attraverso una determinata procedura si può svolgere quest’ operazione.

Per gestire piu documenti in una sola finestra si devono modificare dei parametri all’interno di Word. Avvia quindi il programma Word e clicca sul pulsante denominato ‘Office’ e seleziona la voce ‘Opzioni di Word’. Nella finestra che comparirà dovrai cliccare sulla voce chiamata ‘Impostazioni avanzate’.

Nella schermata che hai di fronte, individua la sezione ‘Visualizzazione’ e più precisamente portati sulla voce denominata ‘Mostra tutte le finestre sulla barra delle applicazioni’. Qui dovrai togliere il segno di spunta che caratterizza questa voce. Per confermare la modifica fatta clicca sul tasto ‘Ok’.

Adesso puoi selezionare il documento desiderato tra quelli che sono aperti. Per farlo vai nella scheda denominata ‘Visualizza’ e più precisamente portati nel gruppo chiamato ‘Finestra’. Infine troverai un pulsante chiamato ‘Cambia finestra’. Cliccandoci sopra e sfruttando il menu a discesa, puoi scegliere il file che desideri tra quelli presenti.

Read More

Come Gestire Password di Accesso

Per chi ha a disposizione per lo svolgimento delle proprie attività lavorative di un computer, è sempre più indispensabile proteggere i propri dati attraverso delle password di accesso, per evitare a chiunque utilizzi il nostro pc, di poter gestire, leggere, modificare i nostri dati. Oggi infatti abbiamo una password per il nostro account di posta elettronica, una per le nostre credenziali di accesso al nostro conto online.

Inoltre, siamo soliti proteggere attraverso l’utilizzo di nick e password di accesso, tutti i siti a cui siamo iscritti che siano essi di incontra gente, chat, o semplici iscrizioni a forum. In pratica per noi diventa sempre più difficile ricordare tutte queste password, e in qualunque posto decidiamo di trascriverle, nessuno di questi risulta tanto sicuro da non poter mai essere individuato. Così per arginare il problema possiamo usufruire di KeepassPassword Safe.

Keepass Password Safe è un programma che vi consentirà di inserire tutte le password dei siti a cui voi accedete regolarmente, in un unico database, è un programma gratuito, reperibile facilmente in rete, di facilissimo utilizzo. Il software funziona, con un’unica password di accesso, indispensabile per poter garantire l’accesso soltanto al reale utilizzatore, e in automatico, una volta inserite tutte le password dei vari siti web a cui accedete, vi farà entrare nel sito, ricordando al posto vostro le credenziali di accesso.

Utilissimo software per chi gestisce numerose pagine web e ha numerose password di accesso, proprio per evitare di inserire sempre la stessa, poiché una volta che il male intenzionato conoscesse la password, avrebbe libero accesso a tutti i siti web da noi frequentati. Inoltre le vostre password verranno crittografate, per cui le vedrete comparire al momento dell’accesso come degli asterischi, in modo tale che nessuno potrà identificarle e rubarle.

Per cui per utilizzarlo, vi basterà creare all’ interno del programma Keepass Password Safe, un database, con tutte le password e credenziali di accesso ai vari siti. Ciò avverrà nella seguente modalità. Ogni volta che aprirete un sito, il programma vi chiederà se poter salvare al suo interno le credenziali, dando il vostro consenso le memorizzerà. Per cui non sarà più necessario doverle digitare nuovamente e quindi ricordarle. Le uniche credenziali che sarà necessario memorizzare, saranno proprio quelle di accesso al programma Keepass Password Safe, per evitare un uso fraudolento da parte di qualche utente.

Read More